ST Life.augmented

Press Release

La STMicroelectronics annuncia i risultati finanziari per il quarto trimestre e l'anno 2012

  • Ricavi netti del quarto trimestre a 2,16 miliardi di dollari, al  di sopra del valore intermedio della guidance
  • Posizione finanziaria netta* pari a 1,19 miliardi di dollari, in crescita rispetto al 2011 nonostante la congiuntura difficile
  • Nel quarto trimestre onere di svalutazione di 544 milioni di dollari per l'avviamento ed altre immobilizzazioni immateriali del Wireless
  
Ginevra /
La STMicroelectronics ha annunciato i risultati finanziari per il quarto trimestre e l'anno conclusisi il 31 dicembre 2012. 

 

I ricavi netti del quarto trimestre sono stati pari a 2,16 miliardi di dollari e il margine lordo al 32,3%. La perdita netta di competenza della parent company è stata di 428 milioni di dollari, principalmente a causa di un onere di 544 milioni di dollari per la svalutazione dell'avviamento e di altre immobilizzazioni immateriali del Wireless, a seguito della decisione della Società di uscire dalla joint venture ST-Ericsson dopo il periodo di transizione comunicato nell’ambito del nuovo piano strategico della Societa’ annunciato il 10 dicembre 2012.

Il President & CEO Carlo Bozotti ha commentato: “Nel quarto trimestre, i risultati in termini sia di ricavi sia di margine lordo sono stati al di sopra del valore intermedio della guidance nonostante la persistente debolezza del mercato dei semiconduttori. Noi abbiamo ampliato la nostra leadership in aree cruciali. Grazie al successo dei nuovi prodotti, i ricavi da business interamente di proprietà della ST sono cresciuti dello 0,2% e dell’1,6% sequenzialmente e rispetto ad un anno fa trainati dal forte incremento dei prodotti MEMS nel quarto trimestre.

“Con riferimento al 2012 in generale, abbiamo migliorato la nostra posizione finanziaria netta rispetto al 2011 nonostante la rilevante liquidità assorbita da ST-Ericsson e l'impatto di una situazione di mercato debole. Siamo riusciti a concludere l'anno con una considerevole flessibilità finanziaria e una solida posizione di cassa, e allo stesso tempo distribuendo agli azionisti un dividendo dello stesso livello del 2011.

“Le importanti decisioni prese nel 2012 stanno dando forma a una nuova ST, caratterizzata da attività più focalizzate e performance più elevate. A dicembre, abbiamo annunciato il nostro nuovo piano strategico che ha come obbiettivo la leadership in due segmenti di prodotto: Sense & Power e prodotti Automotive e Soluzioni per l’Embedded Processing. Questa nuova strategia prevede una focalizzazione più accurata su cinque motori di crescita: MEMS e sensori, potenza intelligente, prodotti automotive, microcontrollori e processori applicativi includendo l'elettronica di consumo digitale. È importante sottolineare che, dal punto di vista del modello finanziario, puntiamo a realizzare un margine operativo del 10% o superiore. Un presupposto fondamentale per conseguire quest’obiettivo è la riduzione delle spese operative nette a una media compresa tra 600 milioni di dollari e 650 milioni di dollari per trimestre entro l'inizio del 2014.

“In relazione al nostro piano strategico, abbiamo deciso di uscire da ST-Ericsson dopo un periodo di transizione e le azioni intraprese in quest'ultimo trimestre, incluso l'ulteriore onere di svalutazione, sono in linea con la nostra decisione.”

(*) La posizione finanziaria netta della ST non è un parametro US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni sul perché la Società ritiene che questi parametri siano importanti e per la riconciliazione con quelli US GAAP.
 

Sintesi dei principali dati finanziari

U.S. GAAP*
(In Millioni di dollari)
Q4
2012
Q3
2012
Q4
2011
Ricavi netti(a)2.1622.1662.191
Margine lordo32,3%34,8%33,4%
Reddito operativo (perdita), come riportato(730)(792)(132)
Utile netto (perdita) di competenza della parent company(428)(478)(11)

(a)I ricavi netti includono le vendite registrate da ST-Ericsson come consolidate dalla ST

U.S. GAAP*
Prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum
(in milioni di dollari)
Q4
2012
Q3
2012
Q4
2011
Reddito operativo (perdita)(142)(79)(123)
Margine operativo (6,5%)(3,6%)(5,6%)
Margine operativo – di competenza della ST(3,3%)0,3%(0,2%)

Rassegna del quarto trimestre

Nel quarto trimestre, i ricavi netti delle attività interamente di proprietà della ST sono aumentati dello 0,2% su base sequenziale e dell'1,6% rispetto allo stesso periodo del 2011. I ricavi del segmento di prodotto Wireless hanno mostrato una flessione del 2,2% su base sequenziale e comprendono 43 milioni di dollari provenienti da licenze di Proprietà Intellettuale, da raffrontare a 35 milioni di dollari riportati nel trimestre precedente. Le regioni Giappone & Corea e Greater China & South Asia hanno mostrato un progresso su base sequenziale rispettivamente del 16% e dell'1%, mentre Americhe ed EMEA hanno fatto segnare una contrazione rispettivamente dello 0,4% e del 13%.

Il margine lordo del quarto trimestre si è ridotto sequenzialmente di 250 punti base al 32,3%, a causa in primo luogo dell'effetto negativo dei prezzi e dei minori volumi associati alla programmata riduzione delle scorte, che hanno determinato un sottoutilizzo degli impianti di front-end della ST in parte compensato da un mix di prodotti favorevole; per effetto della riduzione delle scorte, nel quarto trimestre del 2012 gli oneri da sottoutilizzo della capacità produttiva sono stati pari a 66 milioni di dollari rispetto a 19 milioni di dollari e 99 milioni di dollari rispettivamente nel terzo trimestre e nel trimestre di un anno fa.

Le spese combinate per SG&A e Ricerca e Sviluppo sono aumentate del 3% passando a 876 milioni di dollari rispetto a 852 milioni di dollari nel trimestre precedente, a causa principalmente di effetti stagionali sfavorevoli. Per quanto riguarda le spese operative combinate in percentuale delle vendite si è passati al 40,5% nel quarto trimestre del 2012 rispetto al 39,3% nel trimestre precedente.

Gli oneri di ristrutturazione e svalutazione per il quarto e il terzo trimestre hanno totalizzato rispettivamente 588 milioni di dollari e 713 milioni di dollari, dati che riflettono in primo luogo gli oneri di svalutazione non monetari relativi all'avviamento e ad altre immobilizzazioni immateriali nel Wireless che portano il valore dell’investimento a libro in ST-Ericsson ad un importo non materiale.

Nel quarto trimestre, il margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST è stato negativo per il 3,3% rispetto allo 0,3% positivo conseguito nel trimestre precedente.*

Le imposte del quarto trimestre sono ammontate a 39 milioni di dollari, a causa soprattutto della cancellazione di potenziali crediti fiscali esercitabili da ST-Ericsson a seguito della decisione della ST di uscire dalla joint venture dopo un periodo di transizione.

Nel quarto trimestre del 2012, la perdita netta attribuibile agli interessi di minoranza è stata pari a 361 milioni di dollari e include principalmente il 50% posseduto da Ericsson nella joint venture ST-Ericsson, come consolidata dalla ST. Nel terzo trimestre del 2012, la somma corrispondente era stata di 351 milioni di dollari.

Nel quarto trimestre, la perdita netta di competenza della parent company è stata pari a 428 milioni di dollari o (0,48) dollari per azione, da raffrontare a una perdita netta di (0,54) e (0,01) dollari per azione fatta segnare rispettivamente nel trimestre precedente e nello stesso periodo del 2011. Dopo la rettifica, al netto delle imposte, la ST ha riportato nel quarto trimestre una perdita netta non US GAAP di (0,11) dollari per azione, escludendo gli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, da confrontare con una perdita netta di (0,03) e (0,01) dollari per azione conseguiti rispettivamente nel trimestre precedente e nel quarto trimestre del 2011.*

Nel quarto trimestre del 2012, il tasso di cambio medio effettivo per la Società è stato di circa 1,30 dollari per €1,00, rispetto a 1,29 dollari per €1,00 nel terzo trimestre del 2012 e a 1,36 dollari per €1,00 nel quarto trimestre del 2011.

(*)Il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, il margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, il margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST e gli utili (perdita) netti per azione rettificati non sono parametri US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni e per la riconciliazione con i parametri US GAAP.

Ricavi netti per canale di mercato

Ricavi netti per canale di mercato (in %)Q4 2012Q3 2012Q4 2011
Totale OEM77%76%80%
Distribuzione23%24%20%

Ricavi e risultati operativi per segmento di prodotto ST

Segmento operativo (in milioni di dollari)Q4 2012
Ricavi Netti
Q4 2012
Reddito
operativo
(perdita)
Q3 2012
Ricavi Netti
Q3 2012
Reddito
operativo
(perdita)
Q4 2011
Ricavi Netti
Q4 2011
Reddito
operativo
(perdita)
Automotive (APG)368203913438341
Analogici, MEMS e Microcontrollori (AMM)864120804101747116
Digitale320(51)325(30)3889
Discreti di Potenza  (PDP)24532751825316
Wireless(a)351(168)359(184)409(211)
Altri(b)(c)14(654)12(731)11(103)
TOTALE2.162(730)2.166(792)2.191(132)

(a)Wireless include la quota di vendite e i risultati operativi di ST-Ericsson come consolidati nei ricavi e risultati operativi della Società, oltre ad altre voci che influenzano i risultati operativi relativi al business wireless.
(b)ricavi netti della voce “Altri” includono i ricavi dalle vendite di Sottosistemi, servizi di assemblaggio e altri ricavi.
(c)Il reddito o perdita operativa della voce “Altri” include voci quali oneri da sottoutilizzo della capacità produttiva, oneri di svalutazione, costi di ristrutturazione e altre spese di chiusura correlate, i costi di dismissione e avviamento e altre spese non allocate, tra cui: programmi di ricerca e sviluppo strategici o speciali, alcune spese operative a livello corporate, rivendicazioni di brevetti e controversie legali e altri costi non riconducibili ai gruppi di prodotto, nonché utili operativi del Gruppo Sottosistemi e Altri Prodotti. “Altri” include 66 milioni di dollari, 19 milioni di dollari e 99 milioni di dollari di oneri per il sottoutilizzo della capacità produttiva rispettivamente per il quarto e il terzo trimestre del 2012 e per il quarto trimestre del 2011, e 588 milioni di dollari, 713 milioni di dollari e 9 milione di dollari di oneri di svalutazione, costi di ristrutturazione e altre spese di chiusura correlate sostenuti rispettivamente nel quarto e terzo trimestre del 2012 e nel quarto trimestre del 2011.

Nel quarto trimestre i ricavi netti del segmento Automotive (APG) sono diminuiti di 6,0% su base sequenziale, un dato che riflette principalmente la difficile congiuntura del mercato. Il margine operativo di APG è passato al 5,6% nel quarto trimestre rispetto al 8,6% realizzato nel trimestre precedente, a causa della flessione dei ricavi.

Nel quarto trimestre i ricavi netti del segmento Analogici, MEMS e Microcontrollori (AMM) sono progrediti del 7,4% su base sequenziale, trainati principalmente dai MEMS, dai microcontrollori per soluzioni di sicurezza e dalle applicazioni analogiche. Il margine operativo di AMM è aumentato al 13,9% nel quarto trimestre del 2012 dal 12,6% nel trimestre precedente, grazie soprattutto ai maggiori volumi di sensori MEMS di movimento.

Con riferimento al settore Digitale, i ricavi netti del quarto trimestre hanno fatto segnare una contrazione dell'1,7% su base sequenziale, ascrivibile in primo luogo alla debolezza della domanda di prodotti di elettronica di consumo digitale. Nel quarto trimestre del 2012 il margine operativo del settore Digitale è stato negativo del 15,8%, a causa principalmente di efficienze nella produzione relative a una marcata diminuzione dell'utilizzazione degli impianti, rispetto al dato di meno 9,0% fatto segnare nel trimestre precedente.

I ricavi netti dei Prodotti Discreti di Potenza (PDP) hanno mostrato una flessione sequenziale dell'11,0% nel quarto trimestre, dovuta alla debole domanda del mercato. Nel quarto trimestre del 2012 il margine operativo di PDP è passato all'1,1% rispetto al 6,4% fatto segnare nel trimestre precedente, in conseguenza dei minori ricavi.

I ricavi netti del settore Wireless nel quarto trimestre hanno registrato una contrazione del 2,2% rispetto al trimestre precedente. I risultati dei ricavi riflettevano il crescente successo delle piattaforme NovaThor di ST-Ericsson e i 43 milioni di dollari provenienti da licenze di Proprietà Intellettuale, che sono stati più che bilanciati in senso opposto dalla contrazione delle vendite dei prodotti della generazione precedente. Nel quarto trimestre la perdita operativa nel Wireless, escludendo gli oneri di svalutazione e ristrutturazione di ST-Ericsson, è stata pari a 168 milioni di dollari rispetto a una perdita di 184 milioni di dollari fatta segnare nel trimestre precedente. Per ulteriori informazioni, consultare il comunicato stampa sui risultati di ST-Ericsson nel quarto trimestre 2012 all'indirizzo www.st.com e sul sito www.stericsson.com

Principali dati su cash flow e stato patrimoniale

Nel 2012 la Società ha ridotto sensibilmente, al netto dei proventi delle vendite, le spese in conto capitale che sono passate a 476 milioni di dollari da 1,26 miliardi di dollari nel 2011. Durante il quarto trimestre le spese in conto capitale al netto dei proventi delle vendite sono state di 78 milioni di dollari, in linea con quelle riportate nello stesso periodo del 2011 e sensibilmente inferiori a quelle del trimestre precedente, come nelle attese.

La gestione dei livelli delle scorte è stata una priorità molto importante nel 2012 e al 31 dicembre 2012 le scorte ammontavano a 1,35 miliardi di dollari, rispetto a 1,53 miliardi di dollari al 31 dicembre 2011. Nel quarto trimestre del 2012 la rotazione delle scorte è aumentata a 4,3 rotazioni o 84 giorni, da raffrontare a 3,8 rotazioni o 95 giorni nello stesso periodo del 2011.

Nel 2012, la Società ha distribuito dividendi agli azionisti per un totale di 355 milioni di dollari, che includono 89 milioni di dollari distribuiti nel quarto trimestre.

Su base annuale, il free cash flow* è stato leggermente positivo. Con un'inversione di tendenza dopo due trimestri di cash flow negativo e nonostante la considerevole liquidità ancora assorbita da ST-Ericsson, il free cash flow nel quarto trimestre è stato pari a 145 milioni di dollari, da raffrontare a meno 80 milioni di dollari nel trimestre precedente e al positivo 47 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2011.

La posizione finanziaria netta* di competenza di ST è rimasta a livelli consistenti con una posizione di cassa netta al 31 dicembre 2012 pari a 1,19 miliardi di dollari rispetto a 1,17 miliardi di dollari al 31 dicembre 2011, quest’ultima rettificata per il 50% del debito di ST-Ericsson. La cassa e le disponibilità liquide, i titoli negoziabili, i depositi a breve e la liquidità vincolata di ST erano pari a 2,49 miliardi di dollari e l'indebitamento totale era di 1,30 miliardi di dollari. Nel quarto trimestre, ST ed Ericsson hanno rinunciato al prestito di 1.546 milioni di dollari concesso a ST-Ericsson. Di conseguenza, la quota parte del debito verso Ericsson pari a 773 milioni di dollari e’ stata registrata come incremento degli interessi di minoranza e rispettiva riduzione del debito consolidato di ST.

Alla fine dell’anno il patrimonio netto era di 6,36 miliardi di dollari, inclusi gli interessi di minoranza.

(*) Il free cash flow e la posizione finanziaria netta non sono parametri US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni e per la riconciliazione con i parametri US GAAP.

Rassegna dell'anno 2012
I ricavi netti per l'anno 2012 sono diminuiti del 12,8% a 8,49 miliardi di dollari a causa principalmente della contrazione dei volumi, innescata da un calo significativo delle vendite all'ex cliente più importante della Società e dell'indebolimento delle condizioni del mercato.


L'utile lordo e il margine lordo sono diminuiti rispettivamente del 22% a 2,78 miliardi di dollari e di 390 punti base al 32,8%. La flessione del margine lordo è da ricondurre in primo luogo all'effetto negativo dei prezzi e a 172 milioni di dollari di oneri da sottoutilizzo della capacità produttiva, da raffrontare a 149 milioni di dollari nel 2011, nonché a un onere una tantum di 53 milioni di dollari imputato al costo delle vendite della ST conseguente a una sentenza arbitrale registrata nel primo trimestre del 2012, parzialmente compensato da effetti valutari positivi.

Le imposte della ST per l’anno 2012 riflettono in parte la cancellazione di attivita’ fiscali differite della ST-Ericsson nel quarto trimestre. Escludendo l’impatto di ST-Ericsson e alcune posizioni/voci separate, l’aliquota fiscale annuale effettiva nel 2012 sarebbe stata intorno al 16%.

Nel 2012 la perdita netta, come riportata, è stata di 1,16 miliardi di dollari, o (1,31) dollari per azione. Dopo la rettifica, al netto delle imposte relative, la ST ha riportato una perdita netta non U.S. GAAP di (0,33) dollari per azione escludendo gli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum. Nel 2011, l'utile netto era stato di 650 milioni di dollari, o 0,72 dollari per azione dopo la diluizione e, dopo la rettifica, l'utile non GAAP era stato pari a 0,41 dollari per azione dopo la diluizione.*

Nel 2012 il tasso di cambio medio effettivo per la Società è stato di circa 1,31 dollari per €1,00, rispetto a 1,37 dollari per €1,00 nel 2011.


(*) Gli utili netti per azione rettificati non sono parametri US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni e per la riconciliazione con i parametri US GAAP.

Ricavi e risultati operativi dell'anno per segmento di prodotto ST

Segmento operativo
(in milioni di dollari)
Anno 2012
Ricavi netti
Anno 2012
Reddito
opertivo
(perdita)
Anno 2011
Ricavi netti
Anno 2011
Reddito
opertivo
(perdita)
Automotive (APG)1.5541291.678227
Analogici, MEMS e Microcontrollori (AMM)3.2004183.377606
Digitale1.334(154)1.839108
Discreti di Potenza (PDP)1.015181.240139
Wireless1.345(885)1.552(812)
Altri45(1.607)49(222)
TOTALE8.493(2.081)9.73546

Previsioni sulle attività del primo trimestre 2013 

Bozotti ha affermato: “Nel primo trimestre, ci aspettiamo che i business interamente di proprietà della ST abbiano una performance in termini di ricavi migliore di quella che la stagionalità imporrebbe, con una diminuzione sequenziale di circa il 3% come valore intermedio, nonostante la congiuntura macroeconomica debole. Compreso il Wireless, ci attendiamo una diminuzione complessiva dei ricavi di circa il 7% come valore intermedio delle nostre indicazioni di guidance, visto che ST-Ericsson prevede un calo sequenziale molto importante delle vendite nette.

Più in generale, la situazione del mercato semiconduttori dovrebbe migliorare nel 2013, sollecitata da un’economia in migliori condizioni. Anche oggi ci sono segnali iniziali di un tenue recupero. In ST ci aspettiamo di crescere più del mercato con i nostri segmenti Sense & Power e prodotti Automotive e Soluzioni per l’Embedded Processing. In particolare, il contributo maggiore alla performance in termini di ricavi è atteso da imaging, microcontrollori, analogico e MEMS.

Rispetto a ST-Ericsson, stiamo perfezionando la nostra decisione concernente le opzioni strategiche disponibili. Non sottostimiamo le sfide relative alla transizione, ma siamo impegnati ad assicurare che l’uscita avverrà nel rispetto dei tempi e senza difficoltà.

Complessivamente, la ST sarà una Società molto più forte con una base di costi ridefinita, focalizzazione di prodotto più accurata e posizione di mercato più solida.”

Per il primo trimestre del 2013 la Società si attende una flessione sequenziale dei ricavi di circa -7%, più o meno 3,5 punti percentuali. In considerazione di minori oneri da sottoutilizzo degli impianti ma di assenza di ricavi dalle vendite di licenze rispetto al quarto trimestre, il margine lordo del primo trimestre dovrebbe attestarsi intorno al 31,4%, più o meno  2,0 punti percentuali.

A seguito dell’annuncio dell’uscita da ST-Ericsson dopo un periodo di transizione che secondo le attese si completerà durante il terzo trimestre del 2013, la ST sta perfezionando la propria decisione in merito alle opzioni strategiche percorribili. La nostra stima migliore al momento è che la ST potrebbe avere durante il 2013 necessità di finanziamento, comprese le attività operative in essere della ST-Ericsson durante il periodo di transizione e i costi di ristrutturazione, all’incirca fra i 300 milioni di dollari e i 500 milioni di dollari prendendo in considerazione l’impatto delle opzioni strategiche.

Questa previsione si basa su un tasso di cambio presunto effettivo di circa 1,31 dollari = €1,00 per il primo trimestre 2013 e include l'impatto dei contratti di hedging in essere. Il primo trimestre si concluderà il 30 marzo 2013.
 

Sviluppi societari recenti 

  • Il 10 dicembre la ST ha annunciato nuovo piano strategico, visione e modello finanziario. Risultato di una revisione strategica iniziata oltre un anno fa, quando l’azienda ha verificato importanti mutamenti nelle dinamiche del mercato wireless, il piano ha l’obbiettivo di rendere la nuova ST più focalizzata, più snella e meglio posizionata per apportare valore ai nostri clienti e ai nostri azionisti. Il piano mette in evidenza due organizzazioni per segmento di prodotto che insieme si rivolgono ad un mercato in crescita di 140 miliardi di dollari suddiviso approssimativamente in due parti eguali: Sense & Power e prodotti Automotive; e Soluzioni per l’Embedded Processing.


Il Settore Sense & Power e prodotti Automotive parte da posizioni di leadership della ST che comprendono MEMS e sensori, discreti di potenza e prodotti analogici avanzati, e prodotti per l’automobile, che vanno dalla trasmissione ai dispositivi di sicurezza, dalle funzioni per l’abitacolo del veicolo all’infotainment. Il Settore Soluzioni per l’Embedded Processing si concentra sul nucleo al centro dei sistemi elettronici piuttosto che sull’accesso wireless a banda larga e comprende microcontrollori, prodotti per l’imaging, prodotti per l’elettronica di consumo digitale, processori applicativi e ASIC (Application-Specific Integrated Circuit) digitali.


Nell’ambito del nuovo piano, la ST ha dichiarato l’uscita dell’investimento da ST-Ericsson dopo un periodo di transizione. La ST ha sottolineato che continuerà a perseguire opportunità di crescita significative nel wireless attraverso il proprio portafoglio di prodotti leader e che continuerà a sostenere ST-Ericsson come partner nella supply chain e nelle tecnologie di processo avanzate (FD-SOI) e come fornitore di proprietà intellettuale nel campo dei processori applicativi.

 

Al momento dell’annuncio, ST ha anche presentato il nuovo modello finanziario, secondo il quale la società ha l’obbiettivo di realizzare un margine operativo intorno al 10 per cento o superiore. Per raggiungere il nuovo modello finanziario, la ST sta lavorando ad una riduzione delle spese operative nette a una media compresa tra 600 milioni di dollari e 650 milioni di dollari per trimestre entro l’inizio del 2014.

 

  • L’11 dicembre, la ST ha annunciato un passo avanti verso la disponibilità della Piattaforma Tecnologica FD-SOI da 28 nm presso la propria linea manifatturiera di diffusione da 300 mm di Crolles (Francia). E’ stato dimostrato che la tecnologia di processo verificata sul silicio può dare una velocità più elevata del 30 per cento a parità di energia e fino al 50% in più di maggiore efficienza di consumo di energia a parità di prestazioni L'annuncio conferma la capacità della ST di fornire la propria tecnologia planare "fully-depleted" a partire dal nodo tecnologico a 28 nm, vitale per rispondere alle richieste del mercato che chiede prestazioni più elevate e consumi bassissimi.

 


Principali prodotti e tecnologie del quarto trimestre 2012

Durante il trimestre, la ST ha realizzato robusti progressi grazie all'introduzione di nuovi importanti prodotti e aggiudicandosi importanti progetti.

Automotive

 

  • Confermata la posizione di leadership nell'elettronica alloggiata all'interno della portiera dell'automobile, con un contratto di fornitura esclusiva per una nuova generazione di moduli per la zona “portiere” presso uno dei principali produttori di sistemi.
  • Diventato fornitore di lungo termine di amplificatori audio per sistemi di infotainment (informazione e intrattenimento) a bordo vettura, per le principali case automobilistiche mondiali.
  • Ottenuto un progetto per la piattaforma di frenatura di prossima generazione presso uno dei principali produttori di apparati per l'automobile.
  • Aggiudicati alcuni progetti con un chipset per radio digitale multi-standard presso diversi importanti produttori automobilistici.
  • Ottenuti diversi progetti in Cina con microcontrollori a 32 bit per l'automobile, nella gestione del controllo della trasmissione, la diagnostica di bordo e il sistema di controllo dello sterzo.


Settore Digitale
Convergenza Digitale

  • Aggiudicati diversi progetti per chip di trasmissione per decoder presso Jiuzhou e Inspur, due produttori leader cinesi di decoder.
  • Orly, il più potente system-on-chip al mondo per decoder, è stato scelto per la piattaforma set-top box IPTV da un importante produttore asiatico di apparecchi.
  • Continua a crescere l'interesse nei confronti dei controllori per monitor multimediali ad alta risoluzione, utilizzati nei monitor più sofisticati e negli schermi per spazi pubblici: l'innovativo system-on-chip della ST alimenta, tra gli altri, il nuovo schermo da 29 pollici con qualità cinematografica e il monitor da 27 pollici a risoluzione ultra-elevata della LG e uno schermo per spazi pubblici della Samsung.
  • Ottenuti diversi progetti con dispositivi di media-routing ad alta velocità per docking station e chiavi USB presso diversi importanti OEM di Personal Computer.
  • Conquistato un importante progetto con un ASIC digitale da 32 nm per reti "definite dal software" presso un gigante mondiale del networking.

Imaging, Bi-CMOS, ASIC e Fotonica su Silicio

  • Fornita una tecnologia avanzatissima di rilevazione delle immagini per un nuovo dispositivo ottico di navigazione, a un produttore leader di periferiche per PC ed elettronica di consumo.
  • Aumentati volumi di produzione di innovativi sensori di immagine ad alte prestazioni per applicazioni mobili, utilizzando la tecnologia proprietaria BSI (backside-illumination, retro-illuminazione) della ST.

Analogici, MEMS e Microcontrollori 

  •  Annunciata la scelta dei sensori ST e PNI per la Nintendo Wii U™.
  • Avviata la produzione in volumi di chip analogici ad elevatissima precisione per monitorare lo stato della batteria di diversi modelli di smartphone di un leader mondiale del settore.
  • Le consegne di volumi elevate di pezzi a produttori cinesi della prima fascia hanno contribuito a una ripresa della quota di mercato dei dispositivi audio Sound-Terminal per TV a schermo piatto.
  • Iniziata la produzione di sensori MEMS per il movimento e dell'Engine Sensor Fusion Software iNEMO per tablet e smartphone basati su Windows 8™.
  • Aggiudicati svariati progetti con i ricetrasmettitori radio a basso consumo SPIRIT1 che trasmettono i dati dei sensori in applicazioni industriali.
  •  Consegnati cumulativamente entro il 2012 sessanta milioni di microfoni MEMS utilizzati in svariate applicazioni che comprendono telefoni cellulari, tablet e laptop.  
  • Un sensore di pressione è stato selezionato per un progetto da parte di uno dei principali produttori di telefoni.
  • Aggiudicato un progetto per sistemi di infotainment a bordo delle automobili, da parte di un importante produttore europeo, con regolatori a commutazione ad alta efficienza.
  • Conquistati diversi progetti per fusibili elettronici, nel settore degli hard-disk drive, decoder e lettori DVD presso importanti OEM asiatici.
  •  Il dispositivo di potenza intelligente (BCD8) della ST e’ stato selezionato da un importante produttore giapponese per la prossima generazione di piattaforme hard-disk drive da 5 mm e 7 mm.
  • Cresce ancora il successo dell’STM32 con la scelta dell’STM32F4 da parte di un importante OEM cinese che opera nel settore delle infrastrutture di telecomunicazione. La famiglia STM32 è stata scelta per un numero di progetti in costante crescita, dopo l’introduzione della nuova serie di prodotti nel 2012.
  •  Il microcontrollore a basso consumo STM8 è stato scelto per realizzare il controllore principale da un produttore giapponese leader nei dispositivi per l’entertainment.
  • Aggiudicati diversi progetti con un microcontrollore per applicazioni di sicurezza a doppia interfaccia, nell’ambito del nuovo programma di migrazione EMV ® (Europay/MasterCard/Visa) in Cina.
  • Un OEM europeo leader nel settore industriale ha scelto la memoria wireless a doppia interfaccia per un’applicazione di gestione dell’energia.
Discreti di Potenza
  • Conquistati diversi nuovi progetti con i dispositivi MOSFET per alimentatori e adattatori, presso produttori leader di PC.
  • Cresciuta la quota di dispositivi IGBT presso alcuni grandi costruttori automobilistici nelle regioni EMEA e Giappone, per applicazioni di accensione elettronica, condizionamento dell’aria e illuminazione con lampade HID (High Intensity Discharge).
  • Conquistati diversi progetti con dispositivi di protezione e rettificatori dedicati in diverse applicazioni automotive presso OEM asiatici leader.
  • Aggiudicati nuovi progetti con dispositivi IPAD (Integrated Passive & Active Devices, dispositivi passivi e attivi integrati) presso importanti produttori cinesi di smartphone.
  • Assicurati diversi successi con i diodi di potenza, nelle apparecchiature industriali di saldatura ad elevata potenza e negli adattatori per TV.
     

ST-Ericsson 

  • Nel mese di dicembre sono diventati disponibili i campioni del primo prodotto FD-SOI della ST-Ericsson, fabbricato dalla ST, e il 7 gennaio 2013 è stata annunciata la piattaforma NovaThor L8580 ModAp.
  • Il Samsung GALAXY S III mini è basato su un ST-Ericsson NovaThor ModAp, ed è quindi il quarto smartphone Samsung che usa la piattaforma NovaThor.
  • Con il nuovo NovaThor L8580 ModAp, la ST-Ericsson ha introdotto la tecnologia eQuad, una architettura di CPU che permette ad ogni singolo core di processore di operare con prestazioni ai massimi livelli o come core a bassissimo consumo quando è necessario eseguire attività che richiedono una minore potenza di calcolo a 0,6 V.
  • Nel corso del trimestre, la ST-Ericsson ha collaudato e dimostrato la propria tecnologia VoLTE (Voice over LTE) con alcuni operatori chiave.
  • La ST-Ericsson ha annunciato di essere pronta a supportare il sistema operativo Sailfish di Jolla nelle sue piattaforme NovaThor.
     

iNemo, IPAD, Orly, Sound Terminal, STM8 e STM32 sono marchi della STMicroelectronics. NovaThor è un marchio di ST-Ericsson. Tutti gli altri sono marchi registrati dei rispettivi aventi diritto.

Uso di informazioni finanziarie supplementari non US GAAP
Questo comunicato stampa contiene informazioni finanziarie supplementari non US GAAP, fra cui il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST, utili netti (perdita) rettificati, utili netti (perdita) per azione rettificati, free cash flow, posizione finanziaria netta e posizione finanziaria netta rettificata per tener conto dell'investimento al 50% in ST-Ericsson.

Si avvertono i lettori che questi parametri non sono certificati e non sono preparati in conformità con le normative US GAAP e non vanno quindi considerati come sostitutivi dei parametri finanziari US GAAP. Inoltre, tali parametri finanziari non US GAAP possono non essere comparabili a informazioni con denominazioni simili fornite da altre Società.

Fare riferimento all'Allegato A del presente comunicato stampa per una riconciliazione dei parametri finanziari non US GAAP della Società con i corrispondenti parametri finanziari US GAAP. Per compensare le limitazioni indicate, le informazioni finanziarie supplementari non US GAAP vanno consultate congiuntamente con i bilanci consolidati della Società, preparati in conformità con US GAAP.

Dichiarazioni su aspettative future
Alcune delle affermazioni contenute in questo comunicato che non rappresentano fatti accaduti, sono dichiarazioni su aspettative future e altre dichiarazioni relative al futuro (ai sensi dell’articolo 27A del Securities Act del 1933 o dell’articolo 21E del Securities Exchange Act del 1934 e relative modifiche) che sono basate sulle attuali aspettative, punti di vista e opinioni del management e sono condizionate da e inoltre comprendono rischi conosciuti e non conosciuti e incertezze che potrebbero far sì che risultati, prestazioni ed eventi effettivi differiscano in maniera sostanziale da quelli previsti in tali dichiarazioni a causa, fra gli altri fattori, di:

 

  • rischi futuri per il nostro core business, così come la nostra capacità di stimare in maniera accurata la nostra quota di costi e le risorse liquide richieste a seguito della nostra decisione di uscire da ST-Ericsson;
  • la nostra capacità di soddisfare in modo competitivo la domanda del mercato per i prodotti che progettiamo, fabbrichiamo e vendiamo;
  • variazioni nel mercato per i nostri prodotti, incluse la domanda effettiva di prodotti con cui abbiamo conseguito successi di progettazione e/o la domanda di applicazioni per le quali perseguiamo una crescita, che dipende anche dalla capacità dei nostri clienti di competere con successo nei mercati che essi servono con i nostri prodotti;
  • la nostra capacità, in periodi di contrazione della domanda da parte del mercato o di minore visibilità sugli ordini, di ridurre le nostre spese come richiesto, e la nostra capacità di utilizzare le nostre strutture produttive a livelli sufficienti con le tecnologie di processo esistenti in modo da coprire i nostri costi operativi fissi;
  • la nostra capacità, in un ambiente altamente competitivo, di identificare e allocare le risorse di progettazione necessarie al fine di sviluppare con successo e assicurarci l’accettazione da parte dei clienti di nuovi prodotti che soddisfino le loro aspettative;
  • la nostra capacità di raggiungere le aspettative in termini di prezzo per forniture in grandi volumi di nuovi prodotti nello sviluppo dei quali abbiamo investito o stiamo attualmente investendo;
  • l’impatto finanziario di scorte obsolete o eccessive se la domanda effettiva differisce rispetto alle nostre aspettative;
  • la nostra capacità di mantenere o migliorare la nostra competitività, specialmente alla luce della volatilità nei mercati delle valute e, più in particolare, del tasso di cambio del dollaro US in rapporto all'euro e alle altre principali valute che utilizziamo per le nostre attività operative;
  • l’impatto di rivendicazioni della proprietà intellettuale (“IP”) da parte dei nostri concorrenti o altre terze parti, e la nostra capacità di ottenere le licenze richieste con condizioni e termini ragionevoli;
  • oneri di ristrutturazione e risparmi associati il cui importo o la cui data di realizzazione differiscono rispetto alle nostre stime;
  • mutamenti nella nostra posizione fiscale complessiva in conseguenza di cambiamenti nella legislazione fiscale,  come risultato di verifiche fiscali, o di cambiamenti nei trattati internazionali in materia fiscale che possano incidere sui nostri risultati operativi e la nostra capacità di stimare in maniera accurata crediti d’imposta, benefici, deduzioni e accantonamenti e di realizzare imposte differite;
  • eventi naturali quali maltempo, terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche o altre cause naturali, rischi sanitari ed epidemie in luoghi in cui la Società, i suoi clienti o i suoi fornitori operano;
  • mutamenti nelle condizioni economiche, sociali, politiche o infrastrutturali nei Paesi in cui la Società, i suoi clienti o i suoi fornitori operano, includendo quelli che derivano da eventi macroeconomici o regionali, conflitti militari, disordini d'ordine pubblico o attività terroristiche, la disponibilità e i costi di materie prime, utenze, servizi di produzione di terze parti o di altre forniture richieste dalle nostre attività operative;
  • il risultato di controversie legali in corso come pure di nuove controversie contro di noi;
  • richieste di danni o di garanzia di prodotti fondate su tassi di difettosità diffuse, difetti di sicurezza, mancate consegne o campagne di richiamo da parte dei nostri clienti relative a un prodotto che contiene una delle nostre parti o rivendicazioni che scaturissero da violazioni dei nostri sistemi informatici.


Alcune delle affermazioni riguardanti il futuro sono soggette a diversi rischi e incertezze, che possono far sì che i risultati o la performance effettivi delle nostre attività differiscano materialmente e negativamente da quelli indicati in tali dichiarazioni. Alcune delle affermazioni relative al futuro possono essere identificate dall’uso di termini rivolti al futuro come “crede”, “si attende”, “può”, “è atteso”, “dovrebbe”, “potrebbe”, “cerca”, “prevede” o espressioni simili, o la loro negazione o altre variazioni di esse o termini comparabili, o da discussioni di strategia, piani o intenzioni.

Alcuni di questi fattori di rischio sono dichiarati e discussi con maggiore dettaglio alla voce “Item 3. Key Information — Risk Factors” compresa nel nostro bilancio annuale sul Modulo 20-F per l’anno conclusosi il 31 dicembre 2011, come depositato presso la SEC il 5 marzo 2012. Se uno o più di questi rischi o incertezze si materializzassero, o se le assunzioni sottostanti si dimostrassero non corrette, i risultati effettivi potrebbero variare sostanzialmente da quelli descritti in questo annuncio come anticipato, creduto o atteso. Non intendiamo, né assumiamo impegni per, aggiornare alcuna informazione sul settore o dichiarazioni riguardanti il futuro presenti in questo annuncio in modo da riflettere eventi o circostanze sopravvenuti.
 

Informazioni relative alla conference call e al webcast della STMicroelectronics
Il 31 gennaio 2013 la direzione della STMicroelectronics annuncerà i risultati annuali a Parigi e terrà una conference call per discutere la performance nel quarto trimestre e l’anno 2012.

L’annuncio dei risultati è in programma per le ore 11, mentre la conference call si terrà alle ore 15. Sia l’annuncio dei risultati sia la conference call potranno essere seguiti in diretta via Internet all'indirizzo http://investors.st.com. Si prega di accedere al sito web per il webcast almeno quindici minuti prima per registrarsi, scaricare e installare il software audio necessario.

Alcune informazioni sulla STMicroelectronics
La ST è leader globale nel mercato dei semiconduttori al servizio dei clienti attraverso tutto lo spettro delle tecnologie Sense & Power e Automotive e delle soluzioni per l’embedded processing. Dalla gestione e risparmio d'energia alla protezione e sicurezza dei dati, dalle applicazioni per la sanità e benessere della persona agli smart gadget, a casa, in automobile e in ufficio, al lavoro e nel tempo libero, la ST è presente dovunque la microelettronica possa apportare un contributo positivo e innovativo alla vita delle persone. Ed è proprio perché la ST lavora con passione per ottenere sempre maggiori benefici dalla tecnologia e utilizzarli per migliorare la nostra vita che diciamo che ST sta per life.augmented. Per ulteriori informazioni sulla STMicroelectronics consultare il sito www.st.com

 

 (Attachment A)

 

STMicroelectronics
Informazioni finanziarie supplementari non US GAAP
Riconciliazione fra US GAAP e non US GAAP
In milioni di dollari fatta eccezione per i valori per azione

 

Le informazioni supplementari non US GAAP presentate in questo comunicato stampa non sono certificate e sono soggette ad alcune limitazioni intrinseche. Tali informazioni non US GAAP non si basano su alcuna serie completa di regole o principi contabili e non dovrebbero essere considerate come sostitutive dei parametri US GAAP. Inoltre, le informazioni finanziarie supplementari non US GAAP della ST possono non essere comparabili con denominazioni simili non US GAAP usate da altre società. Ulteriori limitazioni specifiche per i singoli parametri non US GAAP, e le motivazioni che spingono la Società a presentare informazioni finanziarie non US GAAP vengono delineate nei paragrafi seguenti. Per compensare le limitazioni indicate, le informazioni finanziarie supplementari non US GAAP vanno consultate congiuntamente con i bilanci consolidati della Società, preparati in conformità con US GAAP.

Il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum è utilizzato dalla direzione della Società come ausilio per migliorare la comprensione delle operazioni in corso e per comunicare l'impatto delle voci escluse, come oneri di svalutazione, ristrutturazione e altri costi relativi a chiusura. Gli utili netti (perdita) rettificati e gli utili netti (perdita) per azione (EPS) sono usati dalla direzione della Società come ausilio per migliorare la comprensione delle operazioni in corso e per comunicare l'impatto delle voci escluse quali svalutazione, oneri di ristrutturazione e altri costi correlati alla chiusura di competenza della ST e altre voci una tantum al netto dell’impatto delle imposte applicabili.

Il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST è calcolato come reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum escludendo il 50% del reddito operativo (perdita) di ST-Ericsson prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum come consolidato dalla ST. Il margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST è calcolato come reddito operativo (perdita) prima della ristrutturazione di competenza della ST diviso per i ricavi riportati, escludendo il 50% dei ricavi di ST-Ericsson come consolidati dalla ST.

La Società crede che questi parametri finanziari che non sono GAAP forniscano informazioni utili a investitori e management perché misurano la capacità della Società di generare profitto dalle proprie attività di business, dato che non tengono conto dell’effetto di acquisizioni e spese relative alla razionalizzazione delle proprie attività e siti che essa non considera come parte dei risultati operativi in corso; dunque questi parametri, quando sono consultati congiuntamente con i dati finanziari GAAP della Società, offrono i) la capacità di rendere più significativi i confronti dei risultati operativi in corso da un periodo all’altro; ii) la capacità di individuare meglio le tendenze nelle attività di business della Società e di compiere le relative analisi, e iii) un modo più semplice per confrontare i risultati delle attività della Società rispetto ai modelli finanziari e alle valutazioni di investitori e analisti.

 

Q4 2012
(milioni di dollari e centesimi per azione)
Margine
lordo
Reddito
operativo
(perdita) 
Margine
lordo
EPS
corrispondente
U.S. GAAP697(730)(428)(0,48)
Svalutazione e ristrutturazione 588307 
Beneficio fiscale stimato  (1) 
Onere fiscale in ST-Ericsson  26 
Non-U.S GAAP697(142)(96)(0,11)

 

Q3 2012
(milioni di dollari e centesimi per azione)
Margine
lordo
Reddito
operativo
(perdita) 
Margine
lordo
Corresponding
EPS
U.S. GAAP753(792)(478)(0,54)
Svalutazione e ristrutturazione 713456 
Beneficio fiscale stimato  (7) 
Non-U.S GAAP753(79)(29)(0,03)

 

Q4 2011 
(milioni di dollari e centesimi per azione)
Margine
lordo
Operating Income 
(loss) 
Margine
lordo
Corresponding
EPS
U.S. GAAP732(132)(11)(0,01)
Svalutazione e ristrutturazione 95 
Beneficio fiscale stimato  (2) 
Non-U.S GAAP732(123)(8)(0,01)

Posizione finanziaria netta: risorse (debito), rappresenta il saldo tra le nostre risorse finanziarie complessive e il nostro indebitamento finanziario complessivo. Le nostre risorse finanziarie complessive includono cassa e disponibilità liquide di cassa, titoli negoziabili, depositi a breve termine e liquidità vincolata, mentre l'indebitamento finanziario complessivo include i prestiti a breve termine, la quota corrente di finanziamenti a lungo termine e i debiti a lungo termine, tutti come riportato nel nostro stato patrimoniale consolidato. Riteniamo che la nostra posizione finanziaria netta fornisca informazioni utili agli investitori dal momento che fornisce indicazioni sulla nostra posizione globale o in termini di indebitamento netto o posizione di cassa netta misurando le nostre risorse di capitale sulla base di cassa, disponibilità liquide di cassa e titoli negoziabili, nonché il livello complessivo del nostro indebitamento finanziario. La posizione finanziaria netta non è un parametro US GAAP.

Posizione finanziaria netta (in milioni di dollari)31 dicembre
2012
29 settembre
2012
31 dicembre
2011
Cassa e disponibilità liquide2.2501.6861.912
Titoli negoziabili238237413
Depositi a breve termine1--
Liquidità vincolata--3
Liquidità vincolata non corrente445
Posizione totale di cassa2.4931.9272.333
Prestiti a breve termine e quota a breve di
finanziamenti a lungo termine
(630)(1.260)(740)
Debiti a lungo termine(671)(298)(826)
Indebitamento finanziario complessivo(1.301)(1.558)(1.566)
Posizione finanziaria netta1.192369767
    
Posizione finanziaria netta, rettificata tenendo conto dell'investimento del 50% in ST-Ericsson1.1921.0641.167

Il free cash flow è definito come flusso di cassa netto da attività operative meno il flusso di cassa netto impiegato per attività di investimento, escludendo i pagamenti per acquisti di e proventi dalla vendita di titoli negoziabili,  i depositi a breve termine e la liquidità vincolata. Riteniamo che il free cash flow fornisca informazioni utili agli investitori e ai dirigenti, dato che misura la capacità della Società di generare cassa dalle proprie attività operative e di investimento a sostegno diretto delle proprie attività operative. Il free cash flow non è un parametro US GAAP e non rappresenta il flusso di cassa complessivo dato che non include i flussi di cassa generati da o assorbiti dalle attività finanziarie. Inoltre, la nostra definizione di free cash flow può differire da quelle usate da altre aziende. 

 

Free cash flow (in milioni di dollari)Q4
2012
Q3
2012
 
Q4
2011
 
Flusso di cassa netto da (impiegato per) attività operative252148137
Flusso di cassa netto impiegato per attività di investimento(107)(203)43
Pagamento per l'acquisto di (proventi dalla vendita di) titoli negoziabili, depositi a breve termine e liquidità vincolata, al netto-(25)(133)
Free cash flow145(80)47

 

Feedback Form
Customer Feedback