ST Life.augmented

Press Release

La STMicroelectronics annuncia i risultati finanziari del primo trimestre 2013

PDF PDF Version

 

Ginevra /

La STMicroelectronics, leader globale nei semiconduttori con clienti in tutti i settori applicativi dell’elettronica, ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre conclusosi il 30 marzo 2013.

 

A partire dal 1° gennaio 2013, la presentazione dei risultati della ST per segmento di prodotto riflette la nuova strategia annunciata il 10 dicembre 2012: Sense & Power e Prodotti Automotive (SPA) e Soluzioni per l'Embedded Processing (EPS).

I ricavi netti del primo trimestre sono di 2,01 miliardi di dollari e il margine lordo è stato del 31,3%. La perdita netta di competenza della ST è stata di 171 milioni di dollari, un dato riconducibile principalmente alla partecipazione al 50% alla perdita operativa e ai costi di ristrutturazione di ST-Ericsson.

“Le vendite e il margine lordo del primo trimestre sono stati in linea con il punto intermedio della nostra guidance,” ha dichiarato Carlo Bozotti, President & CEO della ST. “È importante osservare che, escludendo ST-Ericsson, i ricavi delle nostre attività sono stati migliori della stagionalità normale nonostante il contesto macroeconomico ancora debole, e questo grazie all'ottima performance dei Microcontrollori, dei prodotti di Potenza e di Smart Power per applicazioni industriali e automotive. Abbiamo inoltre conseguito successi di progettazione molto rilevanti presso importanti clienti nell'ambito dei prodotti in tecnologia FD-SOI da 28 nanometri e delle applicazioni di home-gateway.”

“Nel trimestre abbiamo mantenuto una solida posizione finanziaria netta, pur avendo attinto a una parte della liquidità disponibile per rimborsare le nostre obbligazioni senior con scadenza 2013 ancora circolanti. Abbiamo siglato un accordo con Ericsson per la suddivisione della joint venture ST-Ericsson. Inoltre, abbiamo cominciato a progredire verso l'obiettivo di spesa operativa netta che ci siamo prefissi di conseguire entro il primo trimestre 2014 e abbiamo ridotto nel trimestre i costi operativi in misura significativa.”

Sintesi dei principali dati finanziari
 
U.S. GAAP     (in milioni di dollari)Q1
2013
Q4
2012
Q1
2012
Ricavi netti(a)2.0092.1622.017
Margine lordo31,3%32,3%29,6%
Reddito operativo (perdita), come riportato(281)(730)(352)
Reddito operativo (perdita) di competenza della parent company(171)(428)(176)

(a)I ricavi netti includono le vendite registrate da ST-Ericsson come consolidate dalla ST

Non-U.S. GAAP*
Prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum  (in milioni di dollari)
Q1
2013
Q4
2012
Q1
2012
Reddito operativo (perdita)(180)(142)(280)
Margine operativo(8,9%)(6,5%)(13,9%)
Margine operativo – di competenza della ST(5,3%)(3,3%)(6,5%)

Informazioni su ST-Ericsson

Come annunciato il 18 marzo 2013, ST ed Ericsson hanno concordato di trasferire alcuni dipendenti e attività di ST-Ericsson alle rispettive parent company e chiudere progressivamente le parti rimanenti della joint venture. Si prevede che il trasferimento formale delle parti interessate di ST-Ericsson alle parent company sia completato durante il terzo trimestre 2013, dopo aver ricevuto le approvazioni necessarie. L'accordo prevede che, dal 2 marzo 2013 e fino al completamento della chiusura, il finanziamento del business dei modem LTE sarà a carico di Ericsson, mentre la ST finanzierà i prodotti esistenti e il business ad essi associato, così come alcuni impianti di assemblaggio e collaudo. Il finanziamento delle attività relative alla progressiva chiusura delle parti restanti sarà ripartito equamente tra i due azionisti. 

Come già annunciato, ST calcola che i propri costi monetari totali, fra cui la copertura delle attività operative in corso di ST-Ericsson durante il periodo di transizione e i costi di ristrutturazione relativi alla progressiva chiusura di ST-Ericsson, saranno compresi fra 350 milioni di dollari e 450 milioni di dollari, di cui 83 milioni di dollari finanziati da ST nel corso del primo trimestre 2013.

I ricavi netti di ST-Ericsson nel primo trimestre 2013 sono diminuiti del 28% su base sequenziale a 256 milioni di dollari, un dato che riflette, come previsto, la diminuzione delle vendite di prodotti della generazione precedente a quello che era in precedenza il maggior cliente, fattori stagionali, l'assenza di proventi dalla vendita di licenze e un mercato più debole. La perdita operativa di ST-Ericsson, prima dell’ammortamento di elementi immateriali legati ad acquisizione e degli oneri di ristrutturazione, nel primo trimestre 2013 è ammontata a 158 milioni di dollari rispetto ad una perdita di rispettivamente 133 milioni di dollari e 297 milioni di dollari nel trimestre precedente e in quello di un anno fa.

(*) Reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum e margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST non sono parametri US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni sul perché la Società ritiene che questi parametri siano importanti e per la riconciliazione con i parametri US GAAP.
 

Rassegna del primo trimestre

I ricavi della ST nel primo trimestre, escludendo la linea di prodotti Wireless, sono aumentati dell'1,3% anno su anno e hanno mostrato una flessione del 3,4% su base sequenziale, un dato che riflette una flessione minore della normale stagionalità. Complessivamente, i ricavi netti hanno fatto segnare una flessione dello 0,4% e del 7,1% rispettivamente anno su anno e su base sequenziale.

I risultati migliori sono stati riportati dalla regione EMEA con un incremento sequenziale dei ricavi dello 0,2%, mentre le Americhe e Giappone & Corea hanno fatto registrare una diminuzione rispettivamente del 3,3% e del 5,1%. I ricavi della regione Greater China & South Asia hanno evidenziato una contrazione del 13,2% pilotata dalle dinamiche del business di alcuni importanti clienti globali.

L'utile lordo del primo trimestre è stato pari a 628 milioni di dollari, mentre il margine lordo è stato del 31,3%. Nel confronto anno su anno, l'utile lordo è progredito del 5,4% e il margine lordo è migliorato di 170 punti base. Su base sequenziale, il margine lordo è diminuito di 100 punti base ed è in linea con le aspettative, riflettendo l'assenza di proventi dalla vendita di licenze per ST-Ericsson e la pressione negativa sui prezzi che normalmente registriamo all'inizio dell'anno, fattori parzialmente compensati dalla riduzione degli oneri da sottoutilizzo degli impianti.

Le spese per R&S sono ammontate a 533 milioni di dollari con un calo del 16% nel confronto anno su anno. Su base sequenziale, le spese di R&S sono diminuite a 52 milioni di dollari pari a una riduzione del 9% rispetto al trimestre precedente, grazie principalmente alle iniziative di ristrutturazione in corso in ST-Ericsson così come, a partire dal 2 marzo 2013, alla contribuzione per 29 milioni di dollari da parte di Ericsson alle spese correlate alle attività nei modem LTE.

Le spese per SG&A nel primo trimestre sono state di 279 milioni di dollari, pari a una riduzione del 10% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, grazie principalmente alle iniziative di riduzione dei costi. Su base sequenziale, le spese per SG&A sono diminuite del 4%, a causa soprattutto della stagionalità.

Nel primo trimestre gli oneri di svalutazione, i costi di ristrutturazione e le altre spese di chiusura correlate sono ammontati a 101 milioni di dollari, di cui 87 milioni di dollari riconducibili a ST-Ericsson. Inoltre ST ha registrato un onere di 8 milioni di dollari come perdita sugli investimenti relativi a ST-Ericsson JVD, il cui bilancio è  contabilizzato con il metodo del patrimonio netto, da ricondurre  principalmente a ulteriori oneri di ristrutturazione.

Nel primo trimestre del 2013, il margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST è stato negativo per il 5,3% rispetto al dato negativo di 3,3% fatto segnare nel trimestre precedente.*

Nel primo trimestre del 2013, la perdita netta attribuibile agli interessi di minoranza è stata pari a 126 milioni di dollari e include principalmente il 50% posseduto da Ericsson nella joint venture ST-Ericsson, come consolidata dalla ST. Nel quarto trimestre del 2012, la somma corrispondente era stata di 361 milioni di dollari.

Nel primo trimestre, la perdita netta è stata pari a 171 milioni di dollari o (0,19) dollari per azione, da raffrontare ad una perdita netta di (0,48) dollari e (0,20) dollari per azione fatta segnare rispettivamente nel trimestre precedente e nello stesso periodo del 2012. Dopo la rettifica, al netto delle imposte, la ST ha riportato nel primo trimestre una perdita netta non US GAAP di (0,13) dollari per azione, escludendo gli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, da confrontare con una perdita netta di (0,11) dollari e (0,14) dollari per azione conseguiti rispettivamente nel trimestre precedente e nel primo trimestre del 2012.*

Nel primo trimestre del 2013, il tasso di cambio medio effettivo per la Società è stato di circa 1,31 dollari per €1,00, rispetto a 1,30 dollari per €1,00 nel quarto trimestre del 2012 e a 1,33 dollari per €1,00 nel primo trimestre del 2012.

(*)Il  margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST e gli utili netti per azione rettificati non sono parametri US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni e per la riconciliazione con i parametri US GAAP.

Ricavi netti per canale di mercato

Ricavi netti per canale di mercato (in %)Q1 2013Q4 2012Q1 2012
Totale OEM75%77%79%
Distribuzione25%23%21%

 

Ricavi e risultati operativi per segmento di prodotto ST

A partire dal 1° gennaio 2013, la presentazione dei risultati della ST per segmento di prodotto riflette la nuova strategia annunciata il 10 dicembre 2012:

  • Sense & Power e Prodotti Automotive (SPA), che include Analogici e MEMS (AMS), Automotive (APG), Industriale e Discreti di Potenza (IPD) e Altri SPA; e
  • Soluzioni per l'Embedded Processing (EPS), che comprende il Gruppo Convergenza Digitale (DCG), Microcontrollori, Memoria e Sicurezza (MMS), Imaging, Bi-CMOS, ASIC e Fotonica su Silicio (IBP), Wireless (WPS) e Altri EPS.

In seguito alla transizione alla nuova strategia, Wireless, in gran parte riconducibile a ST-Ericsson come consolidato dalla ST, è incluso nel nuovo segmento di prodotto Soluzioni per l'Embedded Processing.
I dati trimestrali storici suddivisi per segmento di prodotto della ST sono riportati a pagina 7 di questo comunicato stampa.
 

Segmento operativo
(in milioni di dollari)
Q1 2013
Ricavi netti
Q1 2013
Reddito operativo
(perdita)
Q4 2012
Ricavi netti
Q4 2012
Reddito operativo
(perdita)
Q1 2012
Ricavi netti
Q1 2012
Reddito operativo
(perdita)
Sense & Power e prodotti Automotive
(SPA)
1.127581.1841061.10793
Soluzioni per Embedded Processing incluso Wireless (EPS)(a)867(210)964(182)901(294)
Altri(b)(c)15(129)14(654)9(151)
TOTALE2.009(281)2.162(730)2.017(352)

(a)Il segmento Soluzioni per l'Embedded Processing include la linea di prodotto Wireless, la quale include la quota di vendite e i risultati operativi di ST-Ericsson come consolidati nei ricavi e risultati operativi della Società, oltre ad altre voci che influenzano i risultati operativi relativi al business wireless.
(b) I ricavi netti della voce “Altri” includono i ricavi da vendite di Sottosistemi, servizi di assemblaggio e altri ricavi.
(c) Il reddito operativo (perdita) della voce “Altri” include voci quali oneri da sottoutilizzo della capacità produttiva, oneri di svalutazione, costi di ristrutturazione e altre spese di chiusura correlate, i costi di dismissione e avviamento, l'impatto della sentenza arbitrale relativa a NXP e altre spese non allocate, tra cui: programmi di ricerca e sviluppo strategici o speciali, alcune spese operative a livello corporate, rivendicazioni di brevetti e controversie legali e altri costi non riconducibili ai gruppi di prodotto, nonché utili operativi del Gruppo Sottosistemi e Altri Prodotti. “Altri” include 24 milioni di dollari, 66 milioni di dollari e 71 milioni di dollari di oneri per il sottoutilizzo della capacità produttiva rispettivamente per il primo trimestre del 2013 e il quarto e il primo trimestre del 2012, e 101 milioni di dollari, 588 milioni di dollari e 18 milioni di dollari di oneri di svalutazione, costi di ristrutturazione e altre spese di chiusura correlate sostenuti rispettivamente nel primo trimestre del 2013 e nel quarto e nel primo trimestre del 2012.

Nel primo trimestre i ricavi netti del segmento Sense & Power e Prodotti Automotive (SPA) sono diminuiti del 4,8% su base sequenziale, un dato riconducibile principalmente, in linea con le attese, alle minori vendite di prodotti MEMS, parzialmente compensate dalla crescita nelle linee di prodotto Automotive e Industriale & Discreti di Potenza. I ricavi del segmento SPA sono progrediti dell'1,8% rispetto allo stesso trimestre del 2012 grazie principalmente alla crescita nei MEMS e nei prodotti Industriale & Discreti di Potenza, in parte compensata dalla flessione dei prodotti Automotive. Il margine operativo del segmento SPA si è attestato al 5,1% nel primo trimestre del 2013 rispetto al 9,0% e all'8,4% fatti segnare rispettivamente nel trimestre precedente e nello stesso periodo del 2012.

Nel primo trimestre i ricavi netti del segmento Soluzioni per l'Embedded Processing (EPS) sono diminuiti del 10,0% su base sequenziale a causa di una marcata flessione dei ricavi Wireless e Imaging ascrivibile al normale effetto stagionale, in parte compensata dalla crescita nei Microcontrollori e nei prodotti di Convergenza Digitale. Nel confronto anno su anno, i ricavi del segmento EPS sono diminuiti del 3,8% a causa di una flessione nelle linee di prodotto Wireless e Imaging, riconducibile ad alcuni clienti nel wireless, che è stata parzialmente compensata dalla crescita nei Microcontrollori e nei prodotti di Convergenza Digitale. Il margine operativo del segmento EPS è stato negativo per il 24,2% nel primo trimestre del 2013, rispetto ai valori negativi per il 18,9% e il 32,6% fatti segnare rispettivamente nel trimestre precedente e nello stesso periodo del 2012.

Principali dati su cash flow e stato patrimoniale

Il free cash flow nel primo trimestre è stato negativo per 65 milioni di dollari, un dato riconducibile principalmente a ST-Ericsson, rispetto al valore positivo per 145 milioni di dollari fatto segnare nel trimestre precedente.*

Durante il primo trimestre del 2013 le spese in conto capitale al netto dei proventi delle vendite sono state di 111 milioni di dollari rispetto a 78 milioni di dollari fatti segnare del trimestre precedente.

Alla fine del trimestre le scorte erano diminuite di 47 milioni di dollari a 1,31 miliardi di dollari. Nel primo trimestre del 2013 la rotazione delle scorte è aumentata a 4,2 rotazioni o 86 giorni, da raffrontare a 3,8 rotazioni o 95 giorni nello stesso periodo del 2012.

Nel primo trimestre, la Società ha versato 455 milioni di dollari per riscattare tutte le obbligazioni senior con scadenza 2013 ancora circolanti e ha distribuito agli azionisti dividendi cash trimestrali per 89 milioni di dollari.

La posizione finanziaria netta* di competenza della ST è rimasta a livelli sostenuti con una posizione di cassa netta al 30 marzo 2013 pari a 1,10 miliardi di dollari, come rettificata tenendo conto del debito di 83 milioni di dollari di ST-Ericsson nei confronti del nostro partner nella joint venture, rispetto a 1,19 miliardi di dollari al 31 dicembre 2012. Al 30 marzo 2013 le risorse finanziarie della ST erano pari a 1,91 miliardi di dollari e l'indebitamento totale era di 0,90 miliardi di dollari.* Nel primo trimestre 2013, la ST ha stipulato con la Banca europea per gli investimenti un accordo di finanziamento per una linea di credito multicurrency da 350 milioni di euro, che al 30 marzo 2013 non era ancora stata utilizzata.

Alla fine del trimestre il patrimonio netto era di 5,95 miliardi di dollari, inclusi gli interessi di minoranza.

(*)Il  free cash flow e la posizione finanziaria netta non sono parametri US GAAP. Fare riferimento all’Allegato A per ulteriori informazioni e per la riconciliazione con i parametri US GAAP.

Previsioni sulle attività del secondo trimestre 2013

Bozotti ha affermato: “La volatilità del mercato resta elevata e le incertezze a livello macroeconomico persistono ma gli ordinativi per i nostri prodotti, escludendo il Wireless, hanno continuato a progredire nel corso del primo trimestre. Questa tendenza è senz'altro incoraggiante, anche se crediamo che sia ancora troppo presto per ritenere che questo miglioramento sia sostenibile. In ogni caso, riteniamo di essere ben posizionati per fare meglio del mercato grazie ai nostri nuovi prodotti nelle cinque aree di crescita su cui puntiamo.

“Guardando al secondo trimestre, in termini di ricavi ci aspettiamo una crescita diffusa delle nostre attività, escludendo il Wireless, trainata da prodotti di Imaging, Microcontrollori, Analogici & MEMS, crescita che dovrebbe portarci a registrare nuovamente ricavi migliori della media stagionale con un incremento sequenziale di circa il 7% al punto intermedio della guidance. Considerando anche le attività nel Wireless, ci aspettiamo un incremento complessivo dei ricavi di circa il 3% come punto intermedio della nostra guidance. 

“Per il secondo trimestre ci attendiamo che si manifesti di nuovo una sensibile riduzione delle spese operative risultante dai progressi che facciamo verso l'uscita dalla joint venture ST-Ericsson. Riteniamo inoltre che, nel secondo trimestre, il margine lordo possa beneficiare del miglioramento nell'utilizzazione degli impianti e nell’efficienza della produzione.”

Per il secondo trimestre del 2013 la Società si attende una crescita sequenziale dei ricavi di circa +3%, più o meno 3,5 punti percentuali. Il margine lordo nel secondo trimestre dovrebbe attestarsi intorno al 32,7%, più o meno 2,0 punti percentuali, un dato che presuppone un miglioramento rispetto al valore del primo trimestre grazie al livello più elevato di utilizzazione degli impianti e alla migliore efficienza della produzione.

Questa previsione si basa su un tasso di cambio presunto effettivo di circa 1,29 dollari = €1,00 per il secondo trimestre 2013 e include l'impatto dei contratti di hedging in essere. Il secondo trimestre si concluderà il 29 giugno 2013


Sintesi dei principali dati finanziari

Ricavi
(in millioni di dollari
Q1 2012
 
Q2 2012
 
Q3 2012Q4 2012FY 2012Q1 2013
 
AMS3012973243961,320313
APG3914043913681,554385
IPD4154554594201,747429
AltriSPA--1-1-
SPA1.1071.1561.1751.1844.6221.127
DCG208229234217888225
IBP1281248510043783
MMS2752842962931,147299
WPS2903443593511,345260
Other EPS--639-
EPS9019819809643,826867
Altri91111144515
TOTALE ST2.0172.1482.1662.1628.4932.009

 

Reddito operativo (perdita):
(in million di dollari)
Q1 2012
 
Q2 2012
 
Q3 2012
 
Q4 2012
 
FY 2012
 
Q1 2013
 
SPA939711410640958
EPS(294)(233)(175)(182)(883)(210)
Others(151)(71)(731)(654)(1,607)(129)
TOTAL ST(352)(207)(792)(730)(2.081)(281)

 

Sviluppi societari recenti 
  • L'11 marzo, la ST ha rivendicato la propria leadership nelle tecnologie e nei brevetti sui MEMS sporgendo querela, tramite la sua controllata statunitense STMicroelectronics, Inc., presso l'International Trade Commission (ITC) negli Stati Uniti. La querela verte sulla richiesta che l'ITC si pronunci sulla presunta contraffazione di cinque brevetti della ST che coprono tutta la gamma di dispositivi MEMS di InvenSense, Inc., così come alcuni prodotti di due clienti di InvenSense, Black and Decker, Inc. e Roku, Inc. Nell'ambito della querela, la ST ha chiesto all'ITC un ordine che escluda l'importazione negli Stati Uniti sia dei giroscopi e accelerometri di InvenSense in violazione dei propri brevetti, sia dei prodotti dei clienti di InvenSense che includano quei dispositivi.
  • Il 18 marzo, la STMicroelectronics ed Ericsson hanno annunciato un accordo sul percorso futuro da seguire per la joint venture (JV) ST-Ericsson che massimizza le rispettive prospettive future e piani di crescita.

I principali passi concordati per la suddivisione della JV sono i seguenti:
o Ericsson subentrerà nella progettazione, sviluppo e vendite dei prodotti modem sottile e multimodale LTE, compresi quelli 2G, 3G e 4G multimodale;
o la ST subentrerà nei prodotti esistenti di ST-Ericsson e nel business ad essi associato, esclusi i modem sottili e multimodali LTE, e inoltre in alcuni impianti di assemblaggio e collaudo; e
o per le parti rimanenti di ST-Ericsson, le parent company inizieranno i procedimenti finalizzati alla loro progressiva chiusura

Le società hanno annunciato che il trasferimento formale delle parti interessate di ST-Ericsson alle parent company sia completato durante il terzo trimestre 2013, dopo aver ricevuto le approvazioni necessarie. La loro proposta prevede che Ericsson assuma circa 1.800 dipendenti e collaboratori esterni, principalmente concentrati in Svezia, Germania, India e Cina, e che la ST assuma circa 950 dipendenti, essenzialmente in Francia e in Italia, per sostenere le attività di business in corso e lo sviluppo di nuovi prodotti all’interno della ST.

Le società hanno inoltre annunciato che Carlo Ferro è stato nominato President & Chief Executive Officer di ST-Ericsson dal 1° aprile in sostituzione di Didier Lamouche, che ha lasciato il suo incarico per perseguire altre opportunità al di fuori della Società. Ferro dirige ora le attività assicurando sia la continuità del business di ST-Ericsson sia il completamento efficace della fase di transizione.

  • Il 26 marzo 2013, la ST ha stipulato un nuovo accordo di finanziamento da 350 milioni di euro con la Banca europea per gli investimenti (BEI). La linea di credito, alla quale la ST non ha ancora fatto ricorso, è disponibile anche nell'importo equivalente in dollari USA e prevede la possibilità di erogazione dei fondi fino al settembre 2014, con scadenza finale di rimborso a otto anni dall'erogazione. Questa nuova linea di finanziamento supporta le attività di R&S e innovazione della ST riguardanti la progettazione e la realizzazione di una nuova generazione di tecnologie e dispositivi elettronici. Inoltre, il 17 marzo 2013 la ST ha rimborsato, utilizzando liquidità disponibile, i residui 350 milioni di euro di obbligazioni senior a tasso variabile ancora circolanti dell’emissione di originari 500 milioni di euro.


Principali prodotti e tecnologie del primo trimestre 2013

Durante il trimestre, la ST ha realizzato robusti progressi grazie all'introduzione di nuovi importanti prodotti e aggiudicandosi importanti progetti.

Sense & Power  e Automotive (SPA)

Analogici & MEMS (AMS)

  • Prosegue l'aggiudicazione di diversi nuovi progetti con il dispositivo a radiofrequenza Spirit1, a basso consumo, utilizzato in ambienti industriali per trasmettere i dati rilevati dai sensori.
  • Iniziata la produzione di un dispositivo MEMS a 6 assi, che ha conquistato il 100% del mercato per il modello di punta di un produttore asiatico di smartphone.
  • Iniziata la produzione di un accelerometro per airbag.
  • Iniziata la produzione del chip per la cancellazione attiva del rumore, sviluppato con SoundChip, per un importante produttore asiatico di giochi elettronici.

Industriale e Discreti di Potenza (IPD)

  • Aggiudicati alcuni progetti presso un importante produttore europeo di elettronica di consumo con un dispositivo ad alta tensione per il pilotaggio di gate utilizzato nelle lavatrici, e con convertitori ad alta tensione che verranno impiegati nelle macchine per caffè e nelle lavatrici di diversi importanti produttori europei.
  • Conquistato con successo un importante progetto presso uno dei principali produttori cinesi di reti, con controllori risonanti per un'applicazione di potenza nelle telecomunicazioni.
  • Aggiudicati, con alcuni fusibili elettronici, progetti presso un importante produttore di hard-disk drive per una piattaforma realizzata in grandi volumi e per sofisticati controllori del punto di carico (point-of-load) presso un importante produttore statunitense di computer.
  • In crescita la produzione di una piattaforma di illuminazione LED per un importante produttore statunitense di LED; di un nuovo dispositivo per stampanti che utilizza la più recente tecnologia di potenza intelligente Bipolar-CMOS-DMOS smart-power (BCD8sp) per uno dei principali produttori statunitensi; del più recente sistema di pilotaggio di schermi AMOLED per un produttore coreano leader di mercato. 
  • Conquistati velocemente nuovi progetti con la soluzione per la sintonizzazione dell'antenna RF, presentata durante il 2013 Mobile World Congress, presso diversi importanti produttori di telefoni cellulari, tablet e piattaforme.
  • Aggiudicati diversi progetti con diodi di potenza al carburo di silicio per applicazioni nei server di potenza elevata.
  • Conquistati importanti progetti con i MOSFET a super-giunzione ad altissima e alta tensione, presso un leader europeo nell'illuminotecnica, e in Giappone e Corea per applicazioni negli alimentatori a commutazione, giochi elettronici e LED.
  • Aggiudicati nuovi importanti progetti con gli IGBT (Insulated-Gate Bipolar Transistor, transistori bipolari a gate isolato) in sistemi di riscaldamento a induzione, pilotaggio di inverter e macchine per cucire.
  • Iniziata la produzione di una nuova serie di MOSFET per il mercato dei LED a bassa potenza in Cina.
  • Cresce il programma della tecnologia STripFET VII DeepGATE per un leader di mercato nel settore dei Server & Adattatori.

 

Automotive (APG)

 

  • Rafforzata la solida posizione nei sistemi di frenatura, con l'aggiudicazione della fornitura di un chip per la prossima generazione di un sistema di frenatura anti-bloccaggio, presso uno dei principali fornitori globali di fascia alta.
  • Lanciata la produzione di un'antenna attiva GNSS basata su Teseo II per sistemi di navigazione destinati a un OEM giapponese; iniziata la produzione, per un importante produttore automobilistico europeo, di un sistema telematico avanzato che utilizza le funzioni di posizionamento multi-costellazione  di Teseo II.
  • Ulteriormente rafforzata la posizione di leader di mercato con la conferma di un progetto per una soluzione integrata per il freno di stazionamento presso il produttore leader mondiale nei sistemi di frenatura di fascia alta .
  • Aggiudicato, con un chipset completo, il progetto di un controllore di motore a benzina a iniezione diretta, presso un importante OEM cinese; confermato il progetto, il primo risultato della collaborazione con un cliente asiatico strategico, di un sistema di pilotaggio degli iniettori per un controllore di motore a benzina a iniezione diretta.
  • Dopo che i circuiti integrati di elevata qualità della ST per l'amplificazione della potenza hanno contribuito alla vittoria dell'Auto Sound Grand Prix da parte dei sistemi Audio/Video e di Navigazione di Alpine, la ST sta accelerando la produzione di nuovi circuiti per l'amplificazione di potenza per il più recente modello di Alpine e di altri importanti produttori giapponesi di sistemi audio per l'automobile.
  • Conquistati alcuni progetti per moduli ad elevato contenuto per il controllo del car body presso diverse società globali di fascia alta.

 

Embedded Processing Solutions (EPS)

Microcontrollori, Memory and Security (MMS)

  • Continua a crescere il successo dell'STM32 con l'aggiudicazione, tra gli altri, di un progetto per un sistema per il riconoscimento vocale in automobile presso un OEM giapponese e una scheda di visualizzazione presso un leader mondiale nella sicurezza digitale.
  • Iniziate le forniture di microcontrollori STM32 di fascia alta a un fornitore leader di touch panel ottici e di componenti per touch-screen.
  • Solido successo con la scelta del microcontrollore (MCU) sicuro a 32 bit ST31 per applicazioni bancarie con doppia interfaccia.
  • Confermata l'aggiudicazione di un progetto per un elettrodomestico, presso un importante  OEM globale, con la EEPROM da 64 k con doppia interfaccia.
  • Conquistati, con le  EEPROM seriali, diversi progetti per la memorizzazione di parametri NFC presso diversi importanti produttori cinesi di telefoni cellulari.
  • Annunciato che NEC CASIO Mobile Communications utilizza il circuito integrato controllore NFC della ST per l'interessante smartphone G’zOne CA-201L.

Convergenza digitale (DCG)

 

  • Ottenuti diversi progetti con ASIC che verranno prodotti utilizzando la tecnologia FD-SOI da 28 nm.
  • Conquistato con Orly un importante progetto per un'applicazione home-gateway presso un grande produttore europeo.
  • Aggiudicati, con i trasmettitori DisplayPort e controllori per monitor multimediali avanzati, un progetto per monitor  daisy-chain da 24” e un progetto 4kx2k presso un importante produttore globale di computer.
  • Iniziate le consegne dei convertitori Advanced HDMI - DisplayPort a un importante produttore taiwanese.
  • Il system-on-chip (SoC) Orly della ST è stato scelto da un importnate produttore giapponese, Sumitomo Electric Networks, Inc., per la generazione avanzata di decoder digitali (set-top box) Smart IPTV di NTT Plala, un fornitore leader di servizi
Imaging, Bi-CMOS ASIC e Fotonica su Silicio (IBP)
  • Raggiunti numeri elevati nelle consegne degli innovativi sensori di immagine della ST basati sulla tecnologia proprietaria della ST per la retro-illuminazione (BSI, backside illumination) a integratori di fotocamere, e dei corrispondenti chip digitali ad alte prestazioni per l'elaborazione dell'immagine, a un importante produttore di smartphone per supportare le caratteristiche uniche e innovative di alcuni dei suoi cellulari.


Uso di informazioni finanziarie supplementari non US GAAP

Questo comunicato stampa contiene informazioni finanziarie supplementari non US GAAP, fra cui il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum, margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST, utili netti (perdita) rettificati, utili netti (perdita) per azione rettificati, free cash flow, posizione finanziaria netta e posizione finanziaria netta rettificata per tener conto dell'investimento al 50% in ST-Ericsson.

Si avvertono i lettori che questi parametri non sono certificati e non sono preparati in conformità con le normative US GAAP e non vanno quindi considerati come sostitutivi dei parametri finanziari US GAAP. Inoltre, tali parametri finanziari non US GAAP possono non essere comparabili a informazioni con denominazioni simili fornite da altre Società.

Fare riferimento all'Allegato A del presente comunicato stampa per una riconciliazione dei parametri finanziari non US GAAP della Società con i corrispondenti parametri finanziari US GAAP. Per compensare le limitazioni indicate, le informazioni finanziarie supplementari non US GAAP vanno consultate congiuntamente con i bilanci consolidati della Società, preparati in conformità con US GAAP.

Dichiarazioni su aspettative future

Alcune delle affermazioni contenute in questo comunicato che non rappresentano fatti accaduti, sono dichiarazioni su aspettative future e altre dichiarazioni relative al futuro (ai sensi dell’articolo 27A del Securities Act del 1933 o dell’articolo 21E del Securities Exchange Act del 1934 e relative modifiche) che sono basate sulle attuali aspettative, punti di vista e opinioni del management e sono condizionate da e inoltre comprendono rischi conosciuti e non conosciuti e incertezze che potrebbero far sì che risultati, prestazioni ed eventi effettivi differiscano in maniera sostanziale da quelli previsti in tali dichiarazioni a causa, fra gli altri fattori, di:
  • trend macroeconomici e industriali difficilmente decifrabili;
  • la domanda e l'accettazione da parte dei clienti dei prodotti che progettiamo, fabbrichiamo e vendiamo;
  • eventi o circostanze imprevisti che possano ritardare l'implementazione, come pianificata, della suddivisione di ST-Ericsson come concordata con Ericsson;
  • la nostra capacità di eseguire le previste riduzioni delle nostre spese operative nette;
  • il livello di utilizzazione e le performance manifatturiere dei nostri impianti di produzione;
  • variazioni nei mercati delle valute e, più in particolare, nel tasso di cambio del dollaro USA in rapporto all'euro e alle altre principali valute che utilizziamo per le nostre attività operative;
  • l’impatto di rivendicazioni della proprietà intellettuale (IP) da parte dei nostri concorrenti o altre terze parti, e la nostra capacità di ottenere le licenze richieste con condizioni e termini ragionevoli;
  • oneri di ristrutturazione e risparmi associati il cui importo o la cui data di realizzazione differiscono rispetto alle nostre stime;
  • mutamenti nella nostra posizione fiscale complessiva in conseguenza di cambiamenti nella legislazione fiscale,  come risultato di verifiche fiscali, o di cambiamenti nei trattati internazionali in materia fiscale che possano incidere sui nostri risultati operativi e la nostra capacità di stimare in maniera accurata crediti d’imposta, benefici, deduzioni e accantonamenti e di realizzare imposte differite;
  • il risultato di controversie legali in corso come pure l'impatto di nuove controversie contro di noi;
  • eventi naturali quali maltempo, terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche o altre cause naturali, rischi sanitari ed epidemie in luoghi in cui la Società, i suoi clienti o i suoi fornitori operano;
  • mutamenti nelle condizioni economiche, sociali, politiche o infrastrutturali nei Paesi in cui la Società, i suoi clienti o i suoi fornitori operano, includendo quelli che derivano da eventi macroeconomici o regionali, conflitti militari, disordini d'ordine pubblico o attività terroristiche;
  • la disponibilità e i costi di materie prime, utenze, servizi di produzione di terze parti o altre forniture richieste dalle nostre attività operative;
Alcune delle affermazioni riguardanti il futuro sono soggette a diversi rischi e incertezze, che possono far sì che i risultati o la performance effettivi delle nostre attività differiscano materialmente e negativamente da quelli indicati in tali dichiarazioni. Alcune delle affermazioni relative al futuro possono essere identificate dall’uso di termini rivolti al futuro come “crede”, “si attende”, “può”, “è atteso”, “dovrebbe”, “potrebbe”, “cerca”, “prevede” o espressioni simili, o la loro negazione o altre variazioni di esse o termini comparabili, o da discussioni di strategia, piani o intenzioni.

Alcuni di questi fattori di rischio sono dichiarati e discussi con maggiore dettaglio alla voce “Item 3. Key Information — Risk Factors” compresa nel nostro bilancio annuale sul Modulo 20-F per l’anno conclusosi il 31 dicembre 2012, come depositato presso la SEC il 4 marzo 2013. Se uno o più di questi rischi o incertezze si materializzassero, o se le assunzioni sottostanti si dimostrassero non corrette, i risultati effettivi potrebbero variare sostanzialmente da quelli descritti in questo annuncio come anticipato, creduto o atteso. Non intendiamo, né assumiamo impegni per, aggiornare alcuna informazione sul settore o dichiarazioni riguardanti il futuro presenti in questo annuncio in modo da riflettere eventi o circostanze sopravvenuti.


Informazioni relative alla conference call e al webcast della STMicroelectronics

Il 23 aprile 2013, la direzione della STMicroelectronics terrà una conference call per discutere la performance operativa della Società nel primo trimestre del 2013.

La conference call si terrà alle ore 15 e potrà essere seguita in diretta via Internet all’indirizzo http://investors.st.com. Si prega di accedere al sito web almeno quindici minuti prima per registrarsi, scaricare e installare il software audio necessario. Il webcast sarà disponibile fino al 3 maggio 2013.

Alcune informazioni sulla STMicroelectronics
La ST è leader globale nel mercato dei semiconduttori al servizio dei clienti attraverso tutto lo spettro delle tecnologie Sense & Power e Automotive e delle soluzioni per l’embedded processing. Dalla gestione e risparmio d'energia alla protezione e sicurezza dei dati, dalle applicazioni per la sanità e benessere della persona agli smart gadget, a casa, in automobile e in ufficio, al lavoro e nel tempo libero, la ST è presente dovunque la microelettronica possa apportare un contributo positivo e innovativo alla vita delle persone. Ed è proprio perché la ST lavora con passione per ottenere sempre maggiori benefici dalla tecnologia e utilizzarli per migliorare la nostra vita che diciamo che ST sta per life.augmented

Nel 2012 i ricavi netti della Società sono stati pari a 8,49 miliardi di dollari. Per ulteriori informazioni sulla STMicroelectronics consultare il sito www.st.com.

(tabelle allegate)
 

 

STMicroelectronics
Informazioni finanziarie supplementari non US GAAP
Riconciliazione fra US GAAP e non US GAAP
In milioni di dollari fatta eccezione per i valori per azione

 

Le informazioni supplementari non US GAAP presentate in questo comunicato stampa non sono certificate e sono soggette ad alcune limitazioni intrinseche. Tali informazioni non US GAAP non si basano su alcuna serie completa di regole o principi contabili e non dovrebbero essere considerate come sostitutive dei parametri US GAAP. Inoltre, le informazioni finanziarie supplementari non US GAAP della ST possono non essere comparabili con denominazioni simili non US GAAP usate da altre società. Ulteriori limitazioni specifiche per i singoli parametri non US GAAP, e le motivazioni che spingono la Società a presentare informazioni finanziarie non US GAAP vengono delineate nei paragrafi seguenti. Per compensare le limitazioni indicate, le informazioni finanziarie supplementari non US GAAP vanno consultate congiuntamente con i bilanci consolidati della Società, preparati in conformità con US GAAP.

Il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum è utilizzato dalla direzione della Società come ausilio per migliorare la comprensione delle operazioni in corso e per comunicare l'impatto delle voci escluse, come oneri di svalutazione, ristrutturazione e altri costi relativi a chiusura. Gli utili netti rettificati e gli utili netti per azione (EPS) sono usati dalla direzione come ausilio per migliorare la comprensione delle operazioni in corso e per comunicare l'impatto delle voci escluse quali svalutazione, oneri di ristrutturazione e altri costi correlati alla chiusura di competenza della ST e altre voci una tantum, al netto dell’impatto delle imposte applicabili.

Il reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST è calcolato come reddito operativo (perdita) prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum escludendo il 50% del reddito operativo (perdita) di ST-Ericsson prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum come consolidato dalla ST. Il margine operativo prima degli oneri di svalutazione, ristrutturazione e una tantum di competenza della ST è calcolato come reddito operativo (perdita) prima della ristrutturazione di competenza della ST diviso per i ricavi riportati, escludendo il 50% dei ricavi di ST-Ericsson come consolidati dalla ST.

La Società crede che questi parametri finanziari che non sono GAAP forniscano informazioni utili a investitori e management perché misurano la capacità della Società di generare profitto dalle proprie attività di business, dato che non tengono conto dell’effetto di acquisizioni e spese relative alla razionalizzazione delle proprie attività e siti che essa non considera come parte dei risultati operativi in corso; dunque questi parametri, quando sono consultati congiuntamente con i dati finanziari GAAP della Società, offrono i) la capacità di rendere più significativi i confronti dei risultati operativi in corso da un periodo all’altro; ii) la capacità di individuare meglio le tendenze nelle attività di business della Società e di compiere le relative analisi, e iii) un modo più semplice per confrontare i risultati delle attività della Società rispetto ai modelli finanziari e alle valutazioni di investitori e analisti.

 

Q1 2013 
(milioni di dollari e centesimi per azione) 
Margine lordoReddito operativo
(perdita)

 
Utile nettoEPS
corrispondente

 
U.S. GAAP628(281)(171)(0,19)
Svalutazione e ristrutturazione 10158 
Beneficio fiscale stmato  (3) 
Non-U.S GAAP628(180)(116)(0,13)

 

Q4 2012 
(
milioni di dollari e centesimi per azione)
 
Margine
lordo

 
Reddito operativo
(perdita)
Utile nettoEPS Corrispondente
U.S. GAAP697(730)(428)(0,48)
Svalutazione e ristrutturazione 588307 
Beneficio fiscale stmato  (1) 
Imposte sul reddito di ST Ericsson  26 
Non-U.S GAAP697(142)(96)(0,11)

 

Q1 2012 
(milioni di dollari e centesimi per azione)
Margine
lordo
Reddito operativo
(perdita)
Utile nettoEPS Corrispondente
(base)

 
U.S. GAAP596(352)(176)(0,20)
Svalutazione e ristrutturazione 1813 
Onere da arbitrato NXP535456 
Beneficio fiscale stmato  (13) 
Non-U.S GAAP649(280)(120)(0,14)


Posizione finanziaria netta: risorse (debito), rappresenta il saldo tra le nostre risorse finanziarie complessive e il nostro indebitamento finanziario complessivo. Le nostre risorse finanziarie complessive includono cassa e disponibilità liquide di cassa, titoli negoziabili, depositi a breve termine e liquidità vincolata, mentre l'indebitamento finanziario complessivo include i prestiti a breve termine, la quota corrente di finanziamenti a lungo termine e i debiti a lungo termine, tutti come riportato nel nostro stato patrimoniale consolidato. Riteniamo che la nostra posizione finanziaria netta fornisca informazioni utili agli investitori dal momento che fornisce indicazioni sulla nostra posizione globale o in termini di indebitamento netto o posizione di cassa netta misurando le nostre risorse di capitale sulla base di cassa, disponibilità liquide di cassa e titoli negoziabili, nonché il livello complessivo del nostro indebitamento finanziario. La posizione finanziaria netta non è un parametro US GAAP.

 

Posizione finanziaria netta (in milioni di dollari) 30 marzo,
2013
31 dicembre, 201231 marzo, 2012
Cassa e disponibilità liquide1.7182.,2502.059
Titoli negoziabili187238154
Depositi a breve termine11-
Liquidità vincolata--3
Liquidità vincolata non corrente444
Posizione totale di cassa1.9102.4932.220

Prestiti a breve termine e quota a breve di

finanziamenti a lungo termine
(250)(630)(1.076)
Debiti a lungo termine(647)(671)(366)
Indebitamento finanziario complessivo(897)(1.301)(1.442)
Posizione finanziaria netta1.0131.192778
    
Posizione finanziaria netta, rettificata tenendo conto dell'investimento del 50% in ST-Ericsson1,0961,1921,267

Il free cash flow è definito come flusso di cassa netto da attività operative meno il flusso di cassa netto proveniente da (impiegato per) attività di investimento, escludendo i proventi dalla vendita di titoli negoziabili. Riteniamo che il free cash flow fornisca informazioni utili agli investitori e ai dirigenti, dato che misura la capacità della Società di generare cassa dalle proprie attività operative e di investimento a sostegno diretto delle proprie attività operative. Il free cash flow non è un parametro US GAAP e non rappresenta il flusso di cassa complessivo dato che non include i flussi di cassa generati da o assorbiti dalle attività finanziarie. Inoltre, la nostra definizione di free cash flow può differire da quelle usate da altre aziende.

Free cash flow (in milioni di dollari)Q1
2013
Q4
2012
 
Q1
2012
 
Flusso di cassa netto da attività operative66252250
Flusso di cassa netto da (impiegato per) attività di investimento(81)(107)113
Proventi dalla vendita di titoli negoziabili(50)-(265)
Free cash flow(65)14598

 

Feedback Form
Customer Feedback