ST Life.augmented

プレスリリース

La STMicroelectronics annuncia ulteriori progressi sul fronte della sostenibilità nel 2011

La ST resta modello di riferimento per il settore

Ginevra /

La STMicroelectronics, leader globale nei semiconduttori con clienti in tutti i settori applicativi dell’elettronica, ha annunciato la pubblicazione del bilancio di sostenibilità per l'anno 2011. Il quindicesimo bilancio annuale di sostenibilità della ST si basa sui principi del Global Compact delle Nazioni Unite 1 e aderisce alle linee guida della Global Reporting Initiative (GRI) 2. Oltre a contenere informazioni complete e dettagliate sulla strategia, le politiche e la performance della ST in materia di sostenibilità per l'anno 2011, il bilancio spiega come la ST incorpori la sostenibilità ad ogni livello delle proprie attività operative per creare valore aggiunto a vantaggio di tutti gli stakeholder.

In un 2011 difficile, caratterizzato da calamità naturali imprevedibili e da gravi incertezze economiche, la sostenibilità è stata una delle principali priorità della ST. Durante l'anno, la ST ha compiuto importanti progressi su tutti i fronti attinenti alla sostenibilità: salute e sicurezza, tutela dell'ambiente, “responsabili”di prodotti, sviluppo delle persone e attività a favore della comunità.
 
Tra i numerosi risultati positivi conseguiti dalla ST nel 2011 in materia di sostenibilità: 

  • Consolidamento della posizione della Società tra i leader del settore sul piano della sicurezza;
  • Estensione del piano sanitario volontario della ST a oltre l'83% dei dipendenti della Società;
  • Riciclaggio di oltre il 40% dell'acqua utilizzata negli stabilimenti di tutto il mondo;
  • Riciclaggio/riutilizzo di oltre il 90% dei rifiuti generati negli stabilimenti;
  • Estensione al 100% della supply chain delle misure di controllo atte a impedire l'impiego dei cosiddetti"minerali di conflitto";
  • Ampliamento insieme ad altre aziende europee mentore dell’ERT 3 delle attività di formazione con l’adesione al Global Enterprise Project, una nuova iniziativa che offre ai giovani la possibilità di conoscere più da vicino il mondo dell'imprenditorialità a livello internazionale e di acquisire le competenze necessarie per operare con successo nell'odierna "economia della conoscenza".
  • Introduzione sul mercato di molti prodotti avanzati, come i driver di motore intelligenti studiati appositamente per ridurre al minimo il consumo di energia in tutta la gamma di applicazioni elettroniche.

“L'industria dei semiconduttori è guidata in misura crescente dallo stile di vita delle persone e dalle loro aspettative su come la tecnologia possa migliorarlo, ad esempio innalzando la qualità degli attuali modi di lavorare, apprendere, interagire e riposarsi, ma anche contribuendo ad affrontare importanti problematiche di interesse generale come il risparmio energetico, la cura della salute e la sicurezza,” ha dichiarato Carlo Bozotti, President & CEO della ST. “La sostenibilità è un fattore cruciale per questa sfida ed è nostra ferma intenzione non solo fornire soluzioni innovative in queste aree, ma anche dimostrare in prima persona come si possano perseguire opportunità commerciali arricchenti e sostenibili.” 

Il bilancio, che include le opinioni e i contributi di numerosi stakeholder esterni, testimonia la portata e il successo della strategia della ST in materia di sostenibilità – una strategia che punta a bilanciare e a rispondere alle aspettative degli stakeholder nel breve e nel lungo periodo e a creare i presupposti perché la Società possa contribuire a uno sviluppo sostenibile a livello globale.
 
Il bilancio è disponibile sul sito Web della ST: company reports

NOTE 
Risultati conseguiti nel 2011 in materia di sostenibilità: 
Persone
Nel corso del 2011, la ST ha proseguito lo sviluppo di importanti programmi diretti a identificare e premiare l'innovazione e la creatività, a consolidare l’impegno delle persone che lavorano in ST, e a identificare e sviluppare futuri leader.
 
La Società ha inoltre compiuto ottimi progressi in tema di salute e sicurezza del personale (EHS), facendo segnare una diminuzione costantemente progressiva del 69% degli infortuni registrabili e una riduzione dell'84% dei livelli di gravità rispetto al 2002, consolidando così ulteriormente la posizione tra i leader del settore. Spronata dall'ambizione di raggiungere l'obiettivo "zero infortuni", nel 2011 la ST ha rafforzato le iniziative di formazione nell'area EHS, superando il target aziendale per il 2011 con una media di 3,8 ore per dipendente.
 
Per quanto riguarda il piano sanitario aziendale, si sono registrati ulteriori progressi verso l'auspicata copertura del 100% dei dipendenti entro la fine del 2013: nel 2011 sono stati eseguiti complessivamente 86.500 esami e analisi in tutte le sedi della ST, con una copertura dell'83% della forza lavoro.

Prodotti
La ST si è posta l'obiettivo di progettare con criteri ecologici il 100% dei nuovi prodotti entro il 2015; a questo riguardo, nel 2011 la Società ha compiuto passi avanti significativi nello sviluppo di strumenti di progettazione ecosostenibile che ben si adattano alla complessità dei suoi prodotti. In particolare, la Societa’ ha istituito tre gruppi di lavoro dedicati all’integrazione di parametri ambientali nelle tecnologie e nella progettazione dei prodotti, alla selezione di materiali più ecologici e allo studio di tecniche di imballaggio con un minore impatto ambientale.
 
La ST ha inoltre proseguito la sua azione di contrasto all'uso dei "minerali di conflitto" attraverso la partecipazione all'EICC e alla Global e-Sustainability Initiative (GeSI), iniziative che nel 2011 sono state estese al 100% della supply chain.
La Società ha inoltre lanciato una nuova iniziativa sui prodotti “responsabili”, nell'intento di rendere più efficaci le attività di monitoraggio e comunicazione riguardanti i prodotti che apportano un evidente contributo a un mondo più sostenibile.

Ambiente
Nel 2011, la ST ha riciclato oltre il 40% dell'acqua riutilizzandola per varie applicazioni, ad esempio scrubbers, torri di raffreddamento o altri impieghi civili; in quest'ambito, uno dei siti italiani ha ricevuto un Outstanding Achievement Award da parte del Sustainable Electronics Manufacturing Working Group. Per quanto riguarda la strategia per i rifiuti, la ST ha superato l'obiettivo previsto nel decalogo societario per l'EHS(*), che prevede che tutti gli impianti soddisfino i requisiti più rigorosi tra quelli delle normative nazionali o regionali e quelli delle procedure aziendali. Nel 2011, oltre il 90% dei rifiuti generati è stato riciclato e riutilizzato, mentre meno del 3% è stato conferito a discariche. 

La Società ha inoltre implementato vari programmi per ridurre “l’impronta” di anidride carbonica riconducibili al trasporto dei prodotti della ST. Ad esempio, nel 2011 la percorrenza in chilometri per ogni chilogrammo di prodotto trasportato nella rete della ST si è ridotta dell'11%, mentre il nuovo centro di deposito per prodotti finiti di Calamba, nelle Filippine, ha permesso di abbreviare di due giorni i cicli di lavoro e di abbattere le emissioni di CO2 del 55%, un valore che equivale a 1.400 tonnellate di emissioni di CO2 in meno ogni anno e a un risparmio di oltre 1,3 milioni di dollari sui costi di trasporto.

(*) La ST è stata una delle prime aziende globali a riconoscere l'importanza della responsabilità ambientale e le sue prime iniziative in questo campo, avviate all'inizio degli anni '90, hanno portato alla pubblicazione del primo “Decalogo ambientale” nel 1995. Questo documento, che è stato successivamente ampliato con l'inclusione degli obiettivi in tema di salute e sicurezza, fissava pubblicamente finalità ambiziose e misurabili per la riduzione dell'impatto ambientale delle attività della ST. Il Decalogo, ora giunto alla quarta edizione, è disponibile all’indirizzo : 
ST EHS decalogue 4th edition

Comunità
L'impegno della ST a favore della comunità si esprime attraverso la partecipazione a iniziative locali delle varie sedi internazionali e attraverso il lavoro della ST Foundation. 

L'obiettivo di colmare il divario digitale è stato ulteriormente perseguito nell'ambito del programma Digital Unify della ST Foundation: alla fine del 2011, i volontari della ST avevano impartito corsi di formazione a oltre 148.000 persone in tutto il mondo. La Società ha inoltre ampliato le attività di formazione con l'adesione al Global Enterprise Project, una nuova iniziativa triennale che offre ai ragazzi la possibilità di conoscere più da vicino il mondo dell'imprenditoria globale e di acquisire le competenze necessarie per operare con successo nell'odierna "economia della conoscenza". 

Nel 2011, inoltre, la ST ha messo in atto politiche di Sustainable Procurement, che promuove gli obiettivi dello sviluppo sostenibile e dell'utilizzo efficiente delle risorse verificando che i fornitori, gli appaltatori e i prodotti e servizi acquistati dalla Società raggiungano una performance ottimale sotto il profilo ambientale. 

Alcune informazioni sulla STMicroelectronics
La ST è leader globale nel mercato dei semiconduttori al servizio dei clienti attraverso tutto lo spettro delle tecnologie "Sense and Power" e delle applicazioni di convergenza multimediale. Dalla gestione e risparmio d'energia alla protezione e sicurezza dei dati, dalle applicazioni per la sanità e benessere della persona agli smart gadget, a casa, in automobile e in ufficio, al lavoro e nel tempo libero, la ST è presente dovunque la microelettronica possa apportare un contributo positivo e innovativo alla vita delle persone. Ed è proprio perché la ST lavora con passione per ottenere sempre maggiori benefici dalla tecnologia e utilizzarli per migliorare la nostra vita che diciamo che ST sta per life.augmented.
Nel 2011 i ricavi netti della Società sono stati pari a 9,73 miliardi di dollari. Per ulteriori informazioni sulla STMicroelectronics consultare il sito www.st.com
 

 

1Il Global Compact delle Nazioni Unite invita le aziende ad adottare, sostenere e applicare, nell'ambito della propria sfera di influenza, un insieme di valori fondamentali riguardanti i diritti umani, gli standard lavorativi, la tutela dell'ambiente e la lotta alla corruzione
Per maggiori informazioni: http://www.unglobalcompact.org/aboutthegc/thetenprinciples/index.html
2La Global Reporting Initiative (GRI) è un'organizzazione no-profit che promuove la sostenibilità a livello economico, ambientale e sociale. La GRI offre a tutte le aziende e organizzazioni un insieme completo di indicatori per la rendicontazione dei parametri di sostenibilità che è ampiamente utilizzato in tutto il mondo. Per maggiori informazioni: https://www.globalreporting.org
3ERT: European Roundtable of Industrialists

Feedback Form
Customer Feedback